Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
linkedin
 
logo
Intestazione

 News

 
01/06/2020 Coopera - COVID 19
COVID-19: il Decreto Rilancio per il Terzo settore (parte seconda)

Oltre al 246 dedicato agli Enti che operano al Sud, un altro articolo del Decreto Rilancio (DL 19 maggio 2020, n. 34) di interesse per il Terzo settore è quello che sancisce l’incremento del Fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale.

L’articolo in questione è il 67, dal titolo “Incremento Fondo terzo settore”, che si compone di un unico comma nel quale viene indicata la finalità del provvedimento, ovvero «sostenere le attività delle organizzazioni di volontariato, delle associazioni di promozione sociale e delle fondazioni del Terzo settore, volte a fronteggiare le emergenze sociali ed assistenziali determinate dall'epidemia di COVID-19».

La disponibilità del Fondo (seconda sezione) viene incrementata per l’anno 2020 di 100 milioni di euro.

Il Fondo, a sua volta, è disciplinato dal Codice del Terzo settore (DL 3 luglio 2017, n. 17) mediante l’articolo 72 intitolato “Fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel Terzo settore” ed è stato previsto dalla legge delega per la riforma del comparto (articolo 9 della Legge 6 giugno 2016, n. 106).

È il Ministero del lavoro e delle politiche sociali a determinare anno per anno, con proprio atto di indirizzo, gli obiettivi generali, le aree prioritarie di intervento e le linee di attività finanziabili entro i limiti delle risorse disponibili.

Attraverso la dotazione finanziaria contemplata nel Decreto Rilancio viene riconosciuto l’importante ruolo che il mondo del non profit ha svolto e sta svolgendo per fronteggiare l’emergenza causata dalla pandemia.