Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
Intestazione

 News

 
23/11/2010
Le Bcc sostengono lo sviluppo del Credito Cooperativo argentino
I primi sportelli apriranno già entro l’anno

Le Bcc del Friuli Vg sostengono lo sviluppo del Credito Cooperativo argentino con l’adesione a uno specifico progetto di collaborazione triennale. Dopo una lunga e complessa vicenda storica che ha quasi fatto scomparire la cooperazione argentina, dall’inizio degli anni Duemila il Banco Central (Bcra) e il movimento cooperativo argentino hanno avviato un progetto di rifondazione e di ricostruzione delle “Cajas de Credito Cooperativas”.

«Abbiamo sempre guardato con interesse alla crescita del Credito Cooperativo in America Latina – sottolinea Giuseppe Graffi Brunoro, presidente della Federazione delle Bcc del Fvg -. In Argentina, si sono costituiti 15 Comitati per dar vita a una Bcc. Sette hanno presentato domanda di autorizzazione e 3 sono già prossimi all’apertura, probabilmente entro il 2010».

Il rilancio della cooperazione ha portato l’Argentina ad attivare contatti d’affari e di promozione con il nostro Paese e, nello specifico, con la Banca d’Italia, il sistema del Credito Cooperativo e l’Università di Bologna. Con il progetto Fosel c’è stato un’ulteriore opera di rilancio attuata dal Ministero degli Esteri articolato tra la promozione delle pmi argentine, l’innovazione tecnologica e l’affermazione delle “Cajas de Credito Cooperativas”. Fosel (Formazione per lo Sviluppo Economico Locale), è un progetto triennale cui partecipa come partner la regione Friuli Venezia Giulia, volto allo sviluppo delle pmi argentine con l’utilizzo di strumenti di finanza cooperativa locale sul modello delle Bcc regionali e italiane. Braccio operativo del Credito Cooperativo italiano in Argentina è il neocostituito Ciacc (Centro Internazionale di Assistenza al Credito Cooperativo), associazione di cui fanno parte ventidue soci istituzionali, tra cui, dal 2011, la Federazione regionale in rappresentanza delle Bcc associate.

Il Centro si occuperà, con vari step, di assistenza tecnica (compresa l’informatica), promozione di scambi commerciali, rafforzamento delle relazioni istituzionali e coinvolgimento argentino nella cooperazione internazionale. Il Ciacc, per meglio raggiungere gli obiettivi fissati nel progetto, disporrà di un ufficio operativo a Buenos Aires con lo staff del Fosel in loco.