Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
Intestazione

 News

 
04/06/2007
Banca di Udine, utile in crescita del 42%
UDINE. Un utile netto di 2,2 milioni con una crescita del 42% rispetto al 2005 (il miglior risultato economico nella storia della banca), la raccolta diretta salita del 12,2% a 289,367 milioni e gli impieghi aumentati di quasi il 15% a 246,3 milioni. Sono le cifre principali del bilancio 2006 che l’assemblea annuale dei soci della Banca di Udine ha esaminato nei giorni scorsi nel Centro Congressi di Udine Fiere. Oltre 350 gli azionisti presenti che sono stati chiamati anche all’elezione di quattro componenti del consiglio di amministrazione e dell’intero collegio sindacale giunti a fine mandato. Un rinnovo che alla fine ha coinvolto anche la presidenza con il passaggio del testimone da Pietro Del Fabbro a Lorenzo Sirch, peraltro già presente negli organi sociali della banca come sindaco effettivo. Tutte le grandezze del conto economico hanno fatto segnare significativi incrementi rispetto al 2005: il margine di interesse è aumentato del 10%, da 7,37 a 8,14 milioni; le commissioni nette del 12%, da 2,47 a 2,77; il margine di intermediazione ha segnato un progresso dell’11%, da 9,96 a 11,08. Il risultato netto della gestione finanziaria è passato da 9,12 a 10,735 milioni con un progresso del 17,7%. All’utile netto di 2,287 milioni (contro i 1,607 del 2005) si giunge dopo costi operativi pari a 7,82 milioni da 6,98, un aumento del 12% e tasse per 627 mila euro contro i 540 del 2005. Della raccolta diretta e degli impieghi abbiamo detto, manca la raccolta indiretta che si è incrementata del 2,6% raggiungendo i 142 milioni di euro. Il patrimonio netto è aumentato a 25,729 milioni circa 23,51 del 2005. Tornando agli impieghi, sono cresciuti molto i mutui immobiliari: quasi del 28%, da 49,7 a 63,6 milioni. Le sofferenze sono pari a 1,716 milioni pari al 5,5% del patrimonio di vigilanza e allo 0,59% degli impieghi. Il presidente Pietro Del Fabbro, in scadenza, ha sottolineato inoltre come la banca continui ad operare per lo sviluppo e il benessere del territorio in cui opera, nel rispetto dei valori propri del movimento del Credito cooperativo, consapevole della propria responsabilità sociale di impresa informata ai principi di mutualità e solidarietà. Anche nel 2006 la Banca ha appoggiato la realizzazione di numerosi progetti, con un impegno economico importante a sostegno di parrocchie, associazioni benefiche, sportive e culturali sotto forma di beneficenza, sponsorizzazioni ed elargizioni che sono ammontate a circa 140 mila euro. Per quanto concerne le cariche sociali, i soci hanno confermato i componenti del consiglio di amministrazione giunti a scadenza del mandato e precisamente Pietro Del Fabbro, Michele Bortolussi, Sergio Codutti e nominato Lorenzo Sirch che, nella successiva seduta del consiglio di Amministrazione è stato eletto presidente della banca. Confermati anche il presidente del collegio sindacale Alberto Lippi, il sindaco effettivo Luca Vidoni e il sindaco supplente Doretta Cescon e nominati nuovi membri Gino Colla (effettivo) e Marco Morandini (supplente).