Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
Intestazione

 News

 
12/04/2017 News Sociale
Sold out per Glauco Venier
Successo per lo spettacolo organizzato da Banca di Udine al Centro culturale delle Grazie

Glauco Venier e il suo laboratorio L’Insium hanno riempito il Teatro delle Grazie di Udine e hanno entusiasmato il pubblico presente in sala. Si è trattato di un concerto fortemente voluto dalla Banca di Udine in esclusiva per i suoi soci. Il repertorio dal titolo "Dal Casin Del Reverendo” è stato tratto dal Libro De Balli di Giorgio Mainerio (maestro di cappella nella Aquileia del XVI secolo), e sono state presentate in prima esecuzione, nuove composizioni originali ispirate da alcuni brani contenuti nel celeberrimo libro.

Questi brani sono stati registrati da L’Insium a gennaio e faranno parte del primo progetto discografico del gruppo, di imminente pubblicazione. La serata è stata anche l'occasione per presentare questo disco, frutto dell'ultimo anno di lavoro. E i soci della Banca saranno i primi a poter acquistare il nuovo cd, in esclusiva, presso gli sportelli dell’istituto di credito.
A fare gli onori di casa il giornalista Alessio Screm, che ha presentato la serata e raccontato al pubblico le origini e l’evoluzione dei brani in programma. I saluti istituzionali sono stati portati dall’Assessore alla Cultura del Comune di Udine Federico Pirone, che ha ricordato come sia importante che i privati investano in cultura e in manifestazioni di così alto spessore e ha ricordato che la Banca di Udine è da sempre vicina alle principali Istituzioni culturali, teatrali, cinematografiche e musicali della città.

La parola friulana “insiùm” significa ideale, sogno, illusione, visione. Quella stessa visione che ha avuto il maestro Glauco Venier, insieme a Michele Corcella, compositore, arrangiatore colto e di talento: hanno selezionato dieci musicisti compositori provenienti da tutta Italia per un lavoro di scrittura artistica che significa sì musica, ma anche teatro, danza e arti figurative. L’iniziativa è da subito piaciuta alla Banca di Udine, che ha riconosciuto nel progetto l’espressione dei principi ispiratori del Credito Cooperativo, in particolare lo sviluppo culturale e morale della comunità in cui opera, e ha quindi deciso di sostenere questo progetto contribuendo di fatto al suo successo.

Il Friuli - 12 aprile 2017