Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
26/07/2008
Bcc: copertura al 100% per i clienti

Estensione della tutela della clientela dai rischi di insolvenza e liquidità delle Banche di credito cooperativo, al 100%. È questo il principale risultato che deriva dalla costituzione del Fondo di garanzia istituzionale (Fgi) sottoscritto giovedì a Roma tra tutte le federazioni delle Banche di credito cooperativo italiane.

Una importante risposta del network Bcc in termini di garanzie per i propri clienti, che ha richiesto quasi tre anni di lavori preparatori. È la prima volta che è realizzato in Italia e la seconda in Europa, dopo la Germania. «E’ un impegno serio e concreto – commenta il presidente regionale della Federazione regionale delle Bcc Italo Del Negro (nella foto), a margine della firma dell’atto costitutivo – visto che, nel Fondo, le Bcc italiane impegnano da subito quasi 290 milioni di euro».

L’istituzione del Fondo realizza un incrocio di protezione che, d’ora in avanti, tutelerà tutti i creditori; pubblici o privati, con qualsiasi entità di deposito, senza alcun aggravio di costi, nei confronti degli eventuali crak in cui fosse coinvolta qualsiasi Banca di credito cooperativo aderente.Il Fgi si aggiunge ad altri due strumenti, che in regione sono stati adottati da tutte le Bcc del territorio: il Fondo di garanzia dei depositanti (obbligatorio per legge) e il Fondo di garanzia degli obbligazionisti (non obbligatorio), operativo dal 2005, che garantisce chi possiede obbligazioni emesse dalle Bcc. Tutte le Bcc del Friuli Venezia Giulia, hanno aderito al Fondo di garanzia degli obbligazionisti.

Il Fgi valorizza il sistema a rete creato dalle Bcc che, con la direttiva comunitaria Basilea2, ha trovato una buona opportunità di consolidamento. Nel confronto interno alla categoria le Bcc del Friuli Venezia Giulia hanno ottenuto un ottimo risultato come osserva il direttore della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia, Gilberto Noacco: «Secondo il sistema di valutazione del rating interno previsto dal nuovo Fondo, le nostre Bcc sono risultate le più virtuose (con minore rischiosità, dunque) dell’intero sistema Bcc nazionale. L’aumento delle garanzie fornite ai clienti servirà direttamente a elevare le valutazioni del rating del sistema, già buone, assegnate dalle agenzie internazionali al sistema Bcc italiano con conseguente miglioramento delle condizioni di accesso ai mercati dei capitali che si tramuteranno in ulteriori vantaggi per la clientela».