Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
26/03/2008
Stages a Bruxelles: rinnovata la convenzione Regione-Bcc
Siglato negli uffici regionali il rinnovo della convenzione Insieme in Europa, che offre la possibilità di effettuare uno stage di 6 mesi presso la sede della Regione a Bruxelles.

UDINE. «Un’esperienza positiva si ripete»: parafrasando il più famoso detto, squadra che vince non si cambia, Italo Del Negro, presidente della Federazione delle Bcc del Fvg, ha commentato così il rinnovo della convenzione Insieme in Europa, sottoscritta ieri a Udine fra le Bcc e l’assessorato alle politiche internazionali della Regione.

Siglato negli uffici regionali, dall’assessore Franco Iacop affiancato dal direttore regionale Giorgio Tessarolo, l’accordo offre la possibilità ai soci o ai figli di soci delle Bcc, di effettuare uno stage di 6 mesi nella sede della Regione a Bruxelles, per approfondire la conoscenza dei meccanismi che regolano il funzionamento della Comunità europea e delle corrette modalità di approccio ai programmi comunitari. Partito in forma sperimentale a metà del 2006, Insieme in Europa ha già permesso a 4 giovani laureati (Erica Sebastianutti di Tricesimo, Tiziana Volpetti di San Giorgio della Richinvelda, Pierangelo Bianco di Motta di Livenza e Ilenia Santin di Cordenons) di specializzarsi nelle materie comunitarie lavorando sul campo. Un’opportunità che si è trasformata, per tutti, in un lavoro concreto. Apripista è stata Erica Sebastianutti, presente ieri, che dopo lo stage negli uffici della Regione, ne ha seguito un altro in un’azienda italiana, sempre a Bruxelles e ora lavora in una importante realtà finanziaria. «Bruxelles è un collettore di istituzioni, enti e associazioni – spiega –: un centro dove si incrociano gli interessi di tutti i Paesi europei e non soltanto di quelli che già fanno parte dell’Ue. Un’esperienza diretta, di come si lavora, di come si sviluppano i progetti comunitari, di quali sono i meccanismi di finanziamento e una conoscenza delle prospettive che le politiche comunitarie dei prossimi anni apriranno alle imprese, è un bagaglio professionale che dà non una, ma due marce in più per affrontare il mercato del lavoro».

Più che positivo, dunque, il giudizio di Erica, orgogliosa anche del ruolo che il Fvg si è conquistato. «A Bruxelles – conferma - siamo considerati una delle regioni più dinamiche e lungimiranti, perché l’attività svolta va oltre l’ambito comunitario». Consolidare la collaborazione fra Regione e sistema regionale del Credito cooperativo, anche attraverso la promozione delle “eccellenze” nell’ambito delle risorse umane, è uno degli obiettivi dell’accordo «un’iniziativa – ha sottolineato Del Negro – che si affianca al master di primo livello, in “Banca e Finanza” attivato con l’Ateneo di Udine, e al supporto offerto al progetto per il sequenziamento del genoma della vite, tre progetti accomunati da un unico denominatore: lo sviluppo del territorio, a ulteriore conferma della vocazione localistica delle Bcc».

brux.BMP