Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
28/03/2007
Energia alternativa, un accordo per sostenere i nuovi progetti friulani
Dalle BCC del FVG
Il settore dell'energia rinnovabile, secondo i dati forniti dal Gestore nazionale dei servizi elettrici, in regione si concentra soprattutto sulla produzione da fonti idriche (1285 GWh all'anno) e da impianti a biomasse (117, 3 GWh in un anno). Un settore che va incentivato e sviluppato per contribuire sempre di più alla fornitura di energia soprattutto alle piccole e medie imprese (pmi) del Friuli Venezia Giulia. Oltre agli incentivi economici, però, le pmi necessitano anche di consulenza specialistica in questo ambito, poiché la legislazione in materia è alquanto ampia e complessa.
Per questo le Banche di credito cooperativo del Friuli Venezia Giulia, promotrici del Progetto energie rinnovabili con l'obiettivo strategico di sostenere lo sviluppo (sia in ambito privato che imprenditoriale) delle energie alternative, hanno sottoscritto una convenzione con Innovazionenergia, la società udinese che si occupa di consulenza tecnica e amministrativa in materia di risparmio energetico e fonti rinnovabili.

Ottenere le certificazioni e i titoli di efficienza energetica, da oggi, sarà così più facile. Grazie all'accordo di collaborazione, le imprese potranno usufruire di una gamma di servizi per investire in modo sicuro sul mercato dell'energia. L'attività di consulenza, gestita da professionisti del settore di Innovazionenergia, prevede l'analisi del possibilebusiness plan dell'investimento, una continua assistenza nella gestione e commercializzazione dell'iniziativa imprenditoriale, nonché un valido sostegno durante l'iter di acquisizione dei titoli di certificazione energetica istituiti con il decreto Bersani sulle liberalizzazioni. In particolare, la consulenza tecnica si concentrerà sull'ottenimento e sulla successiva compravendita dei Certificati verdi (titoli conseguibili con una produzione di energia rinnovabile superiore a 25 MWh all'anno), Bianchi (titoli di efficienza energetica) e Recs (titoli rilasciati dall'omonimo sistema europeo di membri produttori,traders e società di consulenza alle aziende che producono almeno un MWh di energia elettrica da fonte rinnovabile).

La convenzione, firmata dal presidente delle Bcc Italo del Negro e dalla presidente di Innovazionenergia Daniela Maizeni, permetterà, dunque, di incentivare lo sviluppo delle energie alternative.

«La questione energetica è la sfida del secolo: tutti devono fare la loro parte per garantire uno sviluppo sostenibile strutturato e una crescita equilibrata del territorio - sottolinea il presidente della Federazione delle Bcc, Italo Del Negro -. In questo contesto, era giusto affiancare alle linee di finanziamento già messe a punto, un supporto di consulenza completo da destinare alla nostra clientela».