Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
Intestazione

 News

 
20/05/2012 News Sociale
BANCA DI UDINE: APPROVATO IL BILANCIO 2011, CHIUSURA POSITIVA

356 Soci della Banca di Udine hanno approvato ieri il bilancio 2011 presso il Centro Congressi di Udine Fiere di Martignacco.

I lavori sono stati presieduti dal dott. Lorenzo Sirch che ha illustrato i dati di bilancio. L’ Istituto ha chiuso il 2011 registrando un utile netto di 1,1 milioni di euro, stabile rispetto all’anno precedente. Un risultato giudicato positivo, data la complessità derivante dal protrarsi della crisi. I volumi intermediati a fine 2011 hanno visto una sostanziale stabilità della raccolta diretta che si è attestata a 371,06 milioni di euro e della indiretta che ammonta a 152,93 milioni di euro. La raccolta complessiva è quindi pari a 524,00 milioni di euro.

Gli impieghi con clientela hanno registrato un aumento del 2,45% attestandosi 321,29 milioni di euro. “L’incremento degli impieghi – ha dichiarato il Presidente Sirch - è estremamente significativo, in quanto dimostra che la Banca di Udine non ha mai smesso di concedere credito alle famiglie e alle imprese del territorio, coerentemente alla sua funzione di banca locale”.

Anche per la Banca di Udine, si sono sentiti gli effetti della crisi che tuttavia ha comportato un modesto incremento dei crediti anomali; il rapporto sofferenze lorde/impieghi, che si attesta all’1,56% risulta molto più contenuto sia rispetto al sistema creditizio in generale che al sistema delle banche di credito cooperativo. Il rapporto tra sofferenze nette e gli impieghi netti si attesta allo 0,97%.

Il Direttore Generale Giordano Zoppolato ha posto l’accento sulla linea di prudenza adottata dalla banca nella gestione del rischio di credito e nei relativi accantonamenti. Il rapporto impieghi/raccolta si è stabilizzato all’86% garantendo un elevato livello di liquidità della banca.

Per migliorare la qualità del servizio ai clienti la banca ha investito sulla formazione del personale (+57%) e ha continuato nel percorso di ampliamento degli orari di apertura al pubblico.

Positivo il risultato sul margine di intermediazione che risulta superiore del 5,47% rispetto allo scorso esercizio.

La leggera contrazione dell’utile netto rispetto all’anno precedente (-6,73%), è quindi da imputarsi principalmente all’incremento delle imposte sul reddito, in quanto l’utile lordo si attesta a 1,76 milioni, segnando un + 3,04%.

Resta saldo il legame con la base sociale che ha raggiunto a fine 2011 le 3.615 unità. Stabili anche i dati relativi al Patrimonio netto, che si è attestato a 35,12 milioni, e al Patrimonio di Vigilanza pari a 43,26 milioni di euro.

L’assemblea ha infine approvato la rivalutazione delle azioni sulla base del tasso di inflazione 2011 - pari al 2,70% - e conseguentemente il valore delle stesse è passato da € 2,56 a € 2,63.

Riconfermata la carica di amministratore per Giovanni Rinaldi e Lucia Peresson, è stata eletta Giulia Marioni, titolare dell’omonima tipografia in Udine, che entra così a far parte della consiglio di amministrazione.
Eletti anche quattro componenti del Collegio dei Probiviri: Cliselli Fiorenzo e Gortan Cappellari Umberto quali membri effettivi e Comuzzo Marcello e Nifosì Guglielmo in qualità di membri supplenti.

Dal Bilancio Sociale e di Missione si evince che nel corso del 2011 la Banca ha sostenuto un impegno economico di circa 145 mila euro a favore di Parrocchie, associazioni benefiche, sportive e culturali. “Anche le iniziative a favore dei Soci messe in atto dalla Banca – ha continuato il Presidente Sirch” - diventano ogni anno più numerose. Grazie alla partnership con importanti istituzioni culturali e sportive del territorio, i Soci della Banca godono di agevolazioni su viaggi, cinema, teatro, sport, eventi e manifestazioni”.