Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
Intestazione

 News

 
28/02/2017
Cooperative sociali: un ottimo investimento per le pubbliche amministrazioni
Ogni inserimento fa risparmiare quasi 2.000 euro l’anno. I risultati della ricerca Euricse

L’inserimento di un lavoratore svantaggiato in una cooperativa sociale genera un risparmio medio, per la Pubblica Amministrazione (PA), pari a 1.905 euro l’anno. L’80 per cento delle cooperative sociali interagisce con la PA in termini di vera e propria co-progettazione di interventi sociali: il 51 per cento partecipa alla ricerca e pianificazione di interventi per risolvere i problemi sociali del proprio territorio e il 27 per cento alla definizione di politiche territoriali. Nelle cooperative sociali prevale nettamente la stabilità occupazionale: l’85 per cento dei lavoratori censiti ha un contratto a tempo indeterminato; il 79 per cento è donna. Nel caso delle cooperative che si occupano di inserimento lavorativo di persone svantaggiate (le cooperative sociali cosiddette di “tipo B”), risulta che il 75 per cento delle stesse, è rimasto impiegato in cooperativa e ancora lo è dopo la conclusione del percorso di inserimento.

Sono alcuni dei risultati del corposo studio condotto da Euricse (ente di ricerca europeo con sede a Trento, presieduto da Carlo Borzaga), su: “L’impatto economico e sociale della cooperazione sociale: i risultati della sperimentazione condotta in Friuli VG”, promossa da Confcooperative Federsolidarietà Fvg e da Legacoopsociali Fvg, con il sostegno della Federazione delle Bcc del Fvg e presentata, di recente, a Udine. La ricerca ha interessato 56 cooperative sociali della regione (di “tipo A” e di “tipo B”) e 8.237 lavoratori.

I beneficiari delle cooperative che erogano servizi sociali sono ben 46.651 utenti diretti, di cui 17.000 serviti presso strutture pubbliche. La tipologia di svantaggio è rappresentato da problemi di salute mentale, nel 36 per cento dei casi; di disabilità psico-fisica, nel 20 per cento dei casi; nel 17 per cento dei casi, da dipendenze. Risultano essere, infine, 542.000 gli euro investiti dalle cooperative sociali, in un anno, nella riqualificazione di strutture edilizie di proprietà della PA.

Le cooperative sociali del Friuli VG, nel loro complesso, producono un fatturato di quasi 307 milioni di euro e dispongono di un patrimonio netto di oltre 39 milioni di euro.