Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
Intestazione

 News

 
14/12/2016 News Sociale
Cinema in friulano, è tempo di premiazioni
Una serata ricca di eventi e sorprese al Visionario per l’11a edizione del ‘Concors par tescj cinemarografics in lenghe furlane’

cinema friulano

Mercoledì 14 al Visionario di Udine si svolgerà la serata di premiazione dell’11° edizione del ‘Concors par tescj cinematografics in lenghe furlane’, organizzata dal CEC - Centro Espressioni Cinematografiche con il contributo dell’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, del Comune e della Provincia di Udine e sponsorizzato dalla Banca di Udine-Credito Cooperativo.

La manifestazione avrà inizio alle 20 con la proiezione di alcuni film dedicati al ricordo del terremoto che nel 1976 squarciò la terra friulana. Oltre a due brebi documentari girati all’epoca e conservati dalla Cineteca del Friuli‘Grazie coi sassi’ e ‘Rifare una città’ - verrà proposto il film realizzato recentemente da Massimo Garlatti-Costa, ‘Quando la terra chiama’.

Al termine di queste proiezioni verrà consegnato il premio ‘Mario Quargnolo’, assegnato ogni due anni a personalità e autori che abbiano dato un apporto significativo alla crescita del cinema in lingua friulana.

La serata proseguirà con la proiezione di tre cortometraggi (‘Il marangon’, ‘Beautiful Chemistry’ e ‘Re Cocco’) del giovane regista Stefano Giacomuzzi, conosciuto per le sue realizzazioni diffuse sulla rete, e di un cortometraggio della regista udinese Giovanna Zorzenon, ‘Udine: le vie secondo pre’ Bepo Marchet’, realizzato in italiano e friulano.

Seguirà la consegna dei premi e la lettura delle motivazioni da parte della giuria, composta da Paolo Cantarutti, Marco D’Agostini e Roberto Iacovissi. La lunga serata prevede anche la proiezione del videoclip di Dj Tubet ‘No sta a contâmi dome chê storie’, di un video per bambini ideato da Leo Virgili, commentato da Michele Polo e intitolato ‘Flon Flon & Musute’, e dalla presentazione del numero 15 della rivista ‘Segnâi di lûs’.

A sorpresa il festival l’inziativa si concluderà con un episodio del recentissimo ‘Friûl Revolution’ di Marco D’Agostini, scritto e interpretato dai Cjastrons e presentato in anteprima a ‘Suns Europe’ in un ‘Giovanni da Udine’ gremito. Prevista anche la presentazione del fondo delle opere proiettate negli anni alla Mostre dal Cine e alla Mostre dal Cine Furlan e ora disponibili per il pubblico e gli studiosi per consultazioni nella Mediateca ‘Mario Quargnolo’.

Il Friuli - 13.12.2016