Tab
Sapzio Soci_lan
icon_FB_laterale
Twitter
Youtube
 
Intestazione

 News

 
11/09/2014
Bcc Fvg, un semestre positivo
Minute: Bene la raccolta, gli utili e i prodotti assicurativi. La crisi economica morde ancora, ma il nostro sostegno alle comunità e ai territori non viene meno

Nel primo semestre 2014, le 15 Bcc del Fvg, presentano una massa operativa pari a 13,42 mld di euro in crescita dello 0,96 per cento; una raccolta globale salita a 8,27 mld di euro (+1,88 per cento), evidenziando una crescita dell’1,04 per cento nella componente della raccolta diretta (5,99 mld) e un aumento del 4,16 per cento della raccolta indiretta (2,27 mld). Quest’ultima in particolare presenta un risparmio gestito (fondi comuni, gestioni patrimoniali, assicurazioni) superiore a 1 mld di euro (+9,65 per cento), pari a oltre il 44 per cento della raccolta indiretta. Gli impieghi, pari a 5,14 mld, sono rimasti sostanzialmente stabili. Nel corso del 1° semestre del 2014, però, le Bcc hanno erogato nuovi finanziamenti a medio-lungo termine per 320 mln di euro di cui 63 destinati all’acquisto di abitazioni da parte delle famiglie (in aumento del 22 per cento), con una quota di mercato in crescita del 2 per cento.

«Si tratta di numeri che confermano ancora una volta il costante impegno del Credito Cooperativo a rimanere coerente alla missione di vicinanza ai territori e alle comunità locali – sottolinea Giorgio Minute, direttore della Federazione delle Bcc del Fvg - . In ogni caso, la congiuntura economica continua a far sentire i suoi effetti sui nostri bilanci – prosegue -. Infatti, l’ammontare dei crediti a sofferenza, pari a 293 mln di euro, e il totale delle partite deteriorate, pari a 536 mln, con una crescita, rispettivamente, del 6,19 per cento e del 7,26 per cento, ha riguardato tutti i settori, sia famiglie consumatrici che produttrici e imprese».

L’utile netto aggregato ha registrato un incremento, rispetto al giugno 2013, portandosi a 24 mln di euro. Il risultato è scaturito prevalentemente dalla gestione caratteristica – raccolta del risparmio ed erogazione del credito – che ha prodotto un margine di interesse pari a 79 mln di euro (+1,1 per cento). Grazie anche alla sostanziale tenuta delle commissioni nette (32 mln di euro, +3,3 per cento) e alla movimentazione del portafoglio titoli - componente straordinaria e difficilmente replicabile - il margine di intermediazione si porta a 146 mln di euro. Le rettifiche dei crediti, pari a 29 mln di euro, segnalano una crescita di oltre il 25 per cento. Sostanzialmente stabili i costi operativi, pari a 85 mln di euro (+1,5 per cento). Si confermano positivi i risultati nel settore assicurativo. La nuova produzione lorda annua a giugno 2014, pari a 53 mln di euro, registra una crescita, rispetto a giugno 2013, negli strumenti finanziari (+53,5 per cento), nei prodotti legati alla previdenza (+39,3 per cento), nelle coperture prestiti (+46,1 per cento) e nei prodotti danni (+22,8 per cento).

«Questi risultati non sono frutto del caso – conclude Minute – ma sono la conseguenza degli investimenti compiuti dalle nostre banche nella ricerca di prodotti e servizi mirati alla clientela di riferimento e dell’impegno profuso nella formazione del personale per metterlo in grado di soddisfare sempre meglio, con competenza e professionalità, le molteplici richieste dei soci e dei clienti».